Ritorna all'indice  

Rifiuti pericolosi - Sosta degli automezzi

February 17 2004 at 5:44 PM
 

Ciao sono Paolo.
Vorrei gentilmente chiedervi un parere in merito alla mera sosta, per ovvi motivi tecnici, degli automezzi carichi di Rifiuti ed effettuata durante la notte (tempo 8/10 ore) e nei fine settimana (sabato e domenica per un massimo di 48 ore).

Tema:

Il presupposto è che il trasportatore dei rifiuti sia regolarmente iscritto all’Albo Nazionale delle Imprese che effettuano la gestione dei rifiuti.

Considerato che per i motivi sotto specificati:

una migliore e flessibile organizzazione dei trasporti nel rispetto degli ordini emessi ed imposti dai clienti;

rispetto dei tempi di guida e di riposo dei conducenti che devono interrompere il servizio di trasporto per i tempi di riposo già stabiliti per Legge;

obbligo di fermare i veicoli per l’esecuzione delle manutenzioni programmate allo scopo di garantire sempre la perfetta efficienza e sicurezza;

sosta forzata nei periodi imposti dal Codice della Strada come ad esempio le giornate prefestive e di fine settimana in periodo estivo;

sosta forzata poiché il sabato e la domenica gli impianti di ricevimento sono ovviamente chiusi.

è indubbio che a volte gli automezzi sono obbligati a sostare presso la sede del trasportatore carichi di rifiuti durante la notte per un periodi medio di 8/10 ore e durante i fine settimana ovvero sabato e domenica.

In funzione di questa sosta tecnica obbligata, che nella tipologia dei trasporti di merci varie e tanto più dei trasporti sottoposti a normativa ADR non pone alcun problema, chiedo appunto un parere in merito all’esistenza o meno di qualche violazione alla normativa vigente.

Credo inoltre sia meglio precisare:

che durante la sosta non avviene alcuna rottura e ricomposizione del carico e quindi alcuna manipolazione dei rifiuti, che durante la sosta non avviene alcuno scarico e ricarico dei rifiuti, nemmeno parziale;

nel panorama dell’attività di trasporto rifiuti e più in generale in qualsiasi forma di trasporto merci, questa tipologia di sosta è per forza di cose una costante;

che il trasporto di rifiuti pericolosi deve, dove necessario, sottostare alle prescrizioni della normativa ADR e quest’ultima, salvo le prescrizioni per le zone adibite a sosta, non disciplina altro;

che i rifiuti sono conferiti al destinatario subito il mattino seguente il giorno di carico oppure subito il lunedì successivo alla fine della settimana;

che né il D.M. 01/04/1998, n. 145 Regolamento recante la definizione del modello e dei contenuti del formulario di accompagnamento dei rifiuti ai sensi degli articoli 15, 18, comma 2, lettera e), e comma 4, del D.Lgs. 5 febbraio 1997, n. 22 né la Circolare 4 agosto 1998, n. GAB/DEC/812/98 Ministero dell’Ambiente e Ministero dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato - Circolare esplicativa sulla compilazione dei registri di carico e scarico dei rifiuti e del formulario di accompagnamento dei rifiuti trasportati individuati, rispettivamente, dal decreto ministeriale 1° aprile 1998, n. 145 e dal decreto ministeriale 1° aprile 1998, n. 148 regolamentano tale tipologia di sosta;

che la sede del trasportatore è in ogni caso "all’interno" del percorso che compie l’automezzo dal punto di carico al punto di scarico;

Ancora tenete conto di alcuni aspetti quali:

la mera attività di trasporto non è attività di stoccaggio e che il guadagno di un’attività di trasporto esiste solo quando la merce o il rifiuto è consegnato. Perciò un trasportatore non ha alcun vantaggio tenendo fermi gli automezzi.

dare obiettività ed oggettività alla risposta dando per scontato che il trasportatore esegua il suo lavoro con la serietà e professionalità che gli valgono l’iscrizione prima all’Albo nazionale dei trasportatori e successivamente a quello dei Gestori dei rifiuti.

in ogni caso anche se il trasporto riguarda "Rifiuti" bisogna partire dal presupposto che è sempre un’attività di trasporto con tutte le problematiche che la contraddistinguono.

Sono d’accordo che il trasporto dei rifiuti deve avere una certa "linearità" spazio temporale nella sua esecuzione ma oggettivamente mi rendo conto anche che esistono dei vincoli che per forza maggiore, a volte, modificano questa certa linearità senza per questo danneggiare l’ambiente oppure contravvenire alle disposizioni di legge.

Ringrazio tutti quelli che parteciperanno a questa discussione.

 
 Respond to this message   
Response TitleAuthorDate
 Rifiuti pericolosi - Sosta degli automezziplgFeb 18, 2004, 6:21 PM
 Re: Rifiuti pericolosi - Sosta degli automezzi Feb 18, 2004, 7:12 PM
 Re: Rifiuti pericolosi - Sosta degli automezziStiloFeb 19, 2004, 11:45 AM
 Trasporto rifiutiTonyFeb 24, 2004, 2:53 PM
 Re: Rifiuti pericolosi - Sosta degli automezzilinoFeb 24, 2004, 4:15 PM
  Re: Re: Rifiuti pericolosi - Sosta degli automezzi Feb 24, 2004, 5:57 PM
 Nofer.........StiloFeb 24, 2004, 6:22 PM
  Re: Nofer......... Feb 24, 2004, 6:49 PM
 Re: Rifiuti pericolosi - Sosta degli automezzilinoFeb 24, 2004, 6:40 PM
 M. Merlino e M. MagòStiloFeb 25, 2004, 11:16 AM
  Re: M. Merlino e M. Magò Feb 25, 2004, 1:02 PM
 RibadiscoStiloFeb 25, 2004, 3:28 PM
  ...uhhhhhh!!!! Feb 25, 2004, 5:00 PM
   uhhhhhhhhhhhhhh????StiloFeb 25, 2004, 6:08 PM
 Sosta automezzi rifiuti - può andarefabrizio boscoFeb 25, 2004, 5:03 PM
  Re: Sosta automezzi rifiuti - può andareBatisgrullaFeb 26, 2004, 4:57 PM
 Grazie Mar 4, 2004, 6:33 PM
  Compilazione Formulario (FIR), caso particolaregiapponeJun 21, 2012, 9:09 PM