<< Previous Topic | Next Topic >>Ritorna all'indice  

DPR 462

July 9 2002 at 11:08 AM
 

In un edificio di civile abitazione, con proprio impianto di terra non soggetto ad obbligo di denuncia, viene aperta un'attività con dipendenti che implica la denuncia dell'impianto di terra.
Essendo stato realizzato antecedentemente all'entrata in vigore della 46/90, la domanda è:
come può essere inoltrata la domanda di omologazione, in base al DPR 462, visto che la dichiarazione di conformità non può essere fatta?

grazie

luci

 
 Respond to this message   
AuthorReply
ds

DPR 462

July 12 2002, 5:05 PM 

Premesso che non si sa di che tipo di attività sia stata aperta, mi chiedo: possibile che un impianto elettrico risalente a prima del 1990 sia ancora oggi tecnicamente e normativamente a posto? Probabilmente, ha bisogno di una manutenzione straordinaria, per la quale può essere rilasciata la dichiarazione di conformità, dopo il collaudo eseguito da elettricista autorizzato, che nel collaudo avrà incluso anche l'impianto di terra, se non altro per la parte inerente l'attività.
A questo punto, sei in possesso di tutto quanto serve per fare la notifica in base alla nuova normativa. Sempre che tutte le mie supposizioni siano esatte.
Saluti e auguri

 
 Respond to this message   

Re: DPR 462

July 12 2002, 9:35 PM 

L'impianto a cui faccio riferimento è l'impianto di terra vero e proprio, la cui realizzazione non mi pare abbia subito variazioni normative dal 1990 ad oggi (dispersori, giunzioni, conduttore di terra, sezioni ecc.).
Cercherò di rifare la domanda:
un impianto di tale tipo (che posso assicurare essere conforme alle vigenti norme) può essere, ad oggi, omologato solo dall'installatore che lo ha realizzato (di cui si sono perse le tracce..) o anche da qualcun altro?. Non riesco a comprendere chi sia la figura che indichi con "elettricista autorizzato", visto che non mi pare sia descritta nel DPR in questione.
Non mi sembra neanche logico rifare un impianto di terra adeguatamente realizzato solo per poterne compilare l'omologazione... o no?

Grazie comunque della cortese risposta e, se vuoi, riparliamone.

luci

 
 Respond to this message   

Re: Re: DPR 462

August 7 2002, 11:10 AM 

1° Come puoi assicurare la conformità dell’impianto di terra se non conosci la sua costruzione (tipo di paline, numero, sezione, ecc. ) ?
2° Anche il cavo PE di protezione (quello giallo/verde) posto all’interno dei quadretti, delle prese, ecc. fa parte dell’impianto di terra, quindi se l’impianto elettrico dove viene svolta l’attività lavorativa è stato rifatto, vige l’obbligo della L.46/90. In questo caso l’installatore qualificato (semplice iscrizione alla Camera di commercio per l’espletamento degli obblighi della L.46/90 e rilascio relativa certificazione) deve aver provveduto al collaudo dell’impianto elettrico con le prove previste dalle norme CEI.
Nel caso dell’impianto di terra “disperdente” non conosciuto, dovrebbe essere redatta una dichiarazione di come è composto a firma del datore di lavoro (con tutte le responsabilità che ne potrebbero derivare), comunque per gli impianti preesistenti all'entrata in vigore della Legge 12 marzo 1990, n. 46, fermo restando l'obbligo di effettuare la regolare manutenzione, è opportuno che il datore di lavoro, nel chiedere la verifica periodica, provveda ad accertare la rispondenza dell'impianto ai requisiti essenziali di sicurezza previsti dalla normativa tecnica. E’ altresì auspicabile la predisposizione della documentazione aggiornata dell'impianto, indispensabile per l’esercizio dell’impianto stesso, previa attivazione degli eventuali interventi di ristrutturazione dei medesimi.

 
 Respond to this message   

Esempio concreto

August 7 2002, 3:36 PM 

Forse è meglio se faccio l'esempio reale di cui sto parlando.
In un complesso residenziale, costruito nel 1989, in un monolocale al piano terra, viene oggi aperta un'agenzia di viaggi con dipendenti. L'impianto elettrico esistente non subisce alcuna modifica, è rispondente alle normative vigenti ed è collegato all'impianto di terra del fabbricato. Tale impianto non è stato omologato, perchè fino ad oggi questo non serviva (non c'erano dipendenti).
Io so come è fatto l'impianto di terra, ne ho misurata la resistenza, ma adesso come faccio ad ottenerne la dichiarazione di conformità?
L'installatore che l'ha realizzato (posto che si trovi), che è l'unico che può farla, non può certo compilarla "postdatata"!
Grazie comunque delle risposte

luci

 
 Respond to this message   
Lorenzino

Re: Esempio concreto

August 8 2002, 1:19 PM 

Se l'impianto elettrico è antecedente all'entrata in vigore della L.46/90 e non ha subito alcun implemento a vario titolo nel corso di questi anni, non hai bisogno di nessuna dichiarazione di conformità, il DPR 462/01 per questo obbligo non interessa, per il discorso verifica periodica dell'impianto di terra vedi la risposta precedente.
Ciao

 
 Respond to this message   
Current Topic - DPR 462
  << Previous Topic | Next Topic >>Ritorna all'indice