<< Previous Topic | Next Topic >>Ritorna all'indice  

RLS di una srl

March 24 2004 at 9:43 AM
Francesca 

Salve. Mi sapreste aiutare? Sono socia di una srl (4 soci compresa me e un dipendente). C'è un socio-amministratore, io sono un "socio-dipendente" e ci sono 2 "soci-lavoratori". L'RLS è un dipendente (l'unico). Adesso il dipendente andrà via. E' necessario nominare un RLS? E' possibile nominare me "socio-lavoratore"? Chiedo questo perchè mentre il "socio-dipendente" è assunto a tempo indeterminato e a tempo pieno, la mia retribuzione è diversa (tecnicamente non so come funziona, se la vede il commercialista). Devo frequentare il corso di 36 ore, oppure essendo un'azienda piccola non c'è bisogno? Io ho frequentato il corso da 16 ore per D.L., essendo socia va bene lo stesso? Grazie a tutti!. Francy

 
 Respond to this message   
AuthorReply
Stilo

Re: RLS di una srl

March 24 2004, 10:32 AM 

Come più volte ribadito in diverse discussioni, che ti invito a consultare mediante l'apposita funzione, la nomina del RLS non è obbligatoria.
E' invece necessario che il ddl abbia informato i 'lavoratori' in merito al loro diritto di eleggerlo.

 
 Respond to this message   
Francy

Re: Re: RLS di una srl

March 24 2004, 10:40 AM 

SI, grazie. E se volessimo eleggerlo come dovremmo comportarci nel nostro caso? (leggere il mio primo intervento).
Grazie ancora.
Francy

 
 Respond to this message   

RLS di una srl

March 24 2004, 11:47 AM 

Non so se se ne sia gia' discusso; comunque io propongo i miei dubbi in merito alla nomina di RLS, dubbi del tutto formali ed interpretativi perche' non metto sicuramente in dubbio il diritto di chi lavora di essere informato sui rischi ai quali e' esposto durante il lavoro.
L'art. 18, comma 1, del D.Lgs. n. 626/1994 stabilisce che "In tutte le aziende, o unita' produttive, e' eletto o designato il RLS". L'affermazione e' recisa: in tutte le aziende!
I commi successivi fanno esplicita menzione di "dipendenti" in relazione al cui numero vengono stabilite modalita' di elezione o designazione e quantita' di RLS, e di "lavoratori" che eleggono o designano.
Prima considerazione: se non ci sono "dipendenti" non puo' esserci RLS.
Seconda considerazione: se ci sono "lavoratori", questi possono eleggere il loro RLS. Ma con quale metro?
I termini "dipendente" e "lavoratore" non sono equivalenti, cosi' come a loro non equivale il terzo termine identificativo utilizzato nel decreto, che e' quello di "addetto", senza dimenticare infine gli "equiparati", che sono quelli esclusivamente presenti nella srl di Francesca.
Non credo che tali termini siano stati usati a caso dal legislatore, perche' cio' sarebbe abbastanza grave e squalificante. Se dunque sono stati usati intenzionalmente, allora significa che servono per circoscrivere ben precisi obblighi ed istituti. Tra questi vi e' quello del RLS, che viene vincolato alla presenza di "dipendenti" e regolamentato in base al loro numero, sulla scorta della contrattazione collettiva.
Nel caso che siano presenti "dipendenti", scatta il diritto (non obbligo) alla elezione del RLS, alla quale partecipano pero' tutti i "lavoratori" (definizione piu' ampia dell'altra).
Ne consegue che (se ho dedotto correttamente) nel caso di Francesca questo diritto non sussita, perche' sono presenti solo "equiparati".
Molto simile e' il caso delle cooperative composte esclusivamente da soci.
Qual e' il parere dei frequentatori del Forum? Se la cosa e' gia' stata dibattuta, potete darmi il riferimento?
Tanti saluti a tutti

 
 Respond to this message   

Re: RLS di una srl

March 24 2004, 1:34 PM 

È necessario nominare un RLS? No, il RLS è ELETTO, non nominato, e questo è un diritto e non un dovere; i lavoratori devono però essere a conoscenza di questo diritto. Il corso per RLS è stato fissato nei contenuti minimi dal D.M. 16/01/1997 in 32 ore, non importa quanto sia grande l’azienda. In una s.r.l. esiste un titolare che è il destinatario della legislazione antinfortunistica (Datore di Lavoro), gli altri potranno essere nominati RLS.

Domanda: un DdL può essere Medico Competente (possedendone i requisiti)? Il MC è (D.Lgs 626/1994 art.4 comma 2 lettera c)) nominato dal DdL; non vi sono restrizioni. Il caso è reale e ce l’ho sottomano. Verso le 9 di stamane ero convinto potesse, alle 10 ero convinto del contrario, alle 12 ho cambiato pratica…

 
 Respond to this message   

Re: Re: RLS di una srl

March 25 2004, 8:55 AM 

Sono d'accordo con Stilo e Guybrush sull'impossiblità del DdL di fare il MC x motivi deontologici, ma qualche discussione fa si è detto (credo Nofer) una cosa molto giusta; se non è vietato è permesso. E io questo divieto non lo vedo scritto da nessuna parte. Vi prego smentitemi.

 
 Respond to this message   
Guybrush

Re: Re: Re: RLS di una srl

March 25 2004, 10:05 AM 

Ciao weareblind,
la tua osservazione è esattissima. Purtroppo in questo forum è stato piu' volte ribadito che se qualcosa " non è vietata è permessa". La legge non si interpreta. Però è anche vero il contrario, o quasi. Ti riporto l'art.17 comma 5 del 626/94:
"Il medico competente svolge la propria opera in qualità di:
a) Dipendente da una struttura esterna pubblica o privata convenzionata con l'imprenditore per lo svolgimento dei compiti di cui al presente capo;
b) libero professionista;
c) dipendente del datore di lavoro."

Se non è in elenco, è escluso, vero?

E poi il codice deontologico non è poco....

Cosa ne pensi? Guybrush
(..dai un biscottino a Polly)

 
 Respond to this message   
Stilo

Re: RLS di una srl

March 24 2004, 1:52 PM 

ds ha fatto una disamina estremamente interessante che condivido in pieno. Proprio nulla da aggiungere.
Riguardo al quesito sul DDL/MC mi viene da dire che i due ruoli non sono compatibili per questi due motivi:
1. Il comma 5 dell'art. 17 non lo prevede. Da notare che invece, per analogia, la possibilità di svolgere direttamente i compiti di rspp è espressamente prevista (art. 10)
2. Se il ddl fosse anche MC sarebbe a conoscenza di informazioni 'riservate' che contrastano con la ratio della sorveglianza sanitaria che esplicita, al contrario, il concetto di 'risultati anonimi e collettivi'. Suppongo che ciò contrasti anche con lo Statuto dei lavoratori (ma non ho verificato). Inoltre, in caso di inidoneità al lavoro di un dipendente, dovrebbe autocomunicarsi tale circostanza con evidenti risvolti di ordine deontologico.Lo stesso dicasi per le malattie professionali ecc...
Ma sentiamo altri pareri
Ciao
Stilo

 
 Respond to this message   
Anonymous

Re: Re: RLS di una srl

March 24 2004, 4:45 PM 

Concordo in pieno con Stilo sulla incompatibilità del MMC/DL perchè verrebbe a conoscenza di dati sensibili che non dovrebbe sapere. Per quanto riguarda l'art.5 dello Statuto dei Lavoratori, e' pur vero che per "aggirare" lo stesso si usa fare passare la visita medica durante i giorni di "prova", duranti i quali il lavoratore è "dipendente" ma nello stesso tempo il DL è ancora in tempo a non assumerlo...
Per quanto riguarda il post iniziale sono daccordissimo con ds, e vorrei chiedergli (o chi per lui) dove posso trovare elencati gli "equiparati", ora mi sfugge.
Grazie.

 
 Respond to this message   
Guybrush

..scusate

March 24 2004, 4:44 PM 

..ehm scusate, il post qui sopra mi appartiene. Non ho inserito il nome. Vogliate scusarmi (e dire che ho anche utilizzato la funzione preview... quando non ci sta la testa...)
Guybrush

 
 Respond to this message   
Stilo

equiparati

March 24 2004, 5:36 PM 

Gli equiparati sono indicati all'art. 2 c. 1 lettera a) del 626

 
 Respond to this message   

Re: equiparati

March 25 2004, 8:00 PM 

Emergo ora da due giorni stressantissimi di convegno (poi vi racconto), e tento il relax, ma... Ma quando sento che un DdL si fa da sè anche il Medico Competente, embè, questo è davvero troppo! Ma dico io, per presentare un lavoro scientifico ad un congresso scientifico bisogna fare la dichiarazione di assenza di "conflitto di interessi", e poi... poi ci chiediamo se un Medico può fare il Medico Competente dei suoi dipendenti? Mi rendo perfettamente e compiutamente conto che se non ci si fida del valore tecnico del proprio datore di lavoro, magari è meglio cambiare lavoro -potendo- ma mi sembra che sarebbe almeno conflittuale il rispetto al giuramento d'Ippocrate (o ipocrita, come si bisbiglia nelle facoltà) con la gestione aziendale. Peraltro, come si è notato, se il DdL non ha diritto a sapere nemmeno per quale morbilità il suo dipendente si è assentato, e può eseguirne controllo solo attraverso parte terza, ma figuriamoci se può visitarlo in prima persona! Lasciamo perdere che magari se hanno un problema di salute lo chiedano prima a lui e poi a qualunque altro madico, compreso quello di base, ma mi sembra concettualmente inammissibile e certamente lo è anche da un punto di vista puramente formale. Insomma, c'è conflitto di interessi.
Mi rendo conto benissimo di vivere in una nazione che non si formalizza per tali quisquilie, tuttavia...
Nofer

 
 Respond to this message   

Re: Re: equiparati

March 25 2004, 9:21 PM 

D.Lhs 626/1994 art. 17 comma 5.
Il medico competente svolge la propria opera in qualità di:
a) Dipendente da una struttura esterna pubblica o privata convenzionata con l'imprenditore per lo svolgimento dei compiti di cui al presente capo;
b) libero professionista;

Adesso vi ribaltate dalle risate...
Il DdL è MEDICO DI BASE per la dipendente (che può ben liberamente sceglierlo, è capace come medico, quindi perchè no...). Che faccio? Gli sparo? Mi sparo? Ddl + MC + Medico di Base.

 
 Respond to this message   
Francesca

Re: RLS di una srl

March 25 2004, 10:33 PM 

Ringrazio tutti per la cortese attenzione.
Però vorrei sapere ancora una cosa... come dicevo.. se ugualmente volessimo eleggere un rls (io), posso essere eletta se ho seguito il corso di 16 ore per Datori di Lavoro? Vi chiedo questo perchè se un giorno dovessimo assumere qualcuno, non vorremmo dover aspettare altro tempo per seguire il corso da rls, fare nomine, ecc....
Grazie ancora!!

 
 Respond to this message   

Re: Re: RLS di una srl

March 26 2004, 7:16 AM 

Direi che i due corsi sono profondamente diversi, sia come durata, sia come contenuti, sia come "spirito".

Infatti, schematizzando al massimo, nel primo caso (corso per DdL) l'ottica dovrebbe essere quella dei "Doveri del Datore di Lavoro", nel secondo caso (corso per RLS) l'ottica dovrebbe essere quella dei "Diritti dei Lavoratori".

Quindi per rispondere al tuo ultimo quesito: puoi essere eletta RLS, ma dovrai frequentare il corso apposito, poichè, sia dal punto di vista formale che da quello sostanziale, il corso da 16 ore per Datori di Lavoro, non va bene.

In risposta a ds e a Stilo, forse non ho capito bene, ma all'art. 2 comma 1 lettera a è riportata la definizione di lavoratore: "lavoratore: persona che presta il proprio lavoro alle dipendenze di un datore di lavoro", successivamente "Sono equiparati i soci lavoratori di cooperative o di società, anche di fatto, che prestino la loro attività per conto delle società e degli enti stessi". Alla luce di questo non ho capito la differenza fra dipendente, lavoratore (ai sensi della 626/94) ed equiparato. A mio avviso, anche nel caso di Francesca, cioè srl con soli soci senza dipendenti, se richiesto, può esserci l'RLS.
Ma come sempre posso sbagliare!

 
 Respond to this message   

chiedo

May 30 2011, 9:37 AM 

ma se non sono mai stata aasunta dall'azienda...mi chiedo, posso mai essere una rappresentante dei lavoratori??????per favore qualcuno mi risponda grazie

 
 Respond to this message   
Stilo

x gugvib

March 26 2004, 9:51 AM 

Effettivamente, la disamina di ds è tanto arguta e sottile quanto apparentemente incomprensibile.
Cercherò di spiegare diversamente.
L'art 18 suddivide le aziende in 2: quelle con meno o con più di 15 dipendenti.DIPENDENTI, non lavoratori.
Il dipendente è un lavoratore (persona che presta la propria opera alle dipendenze del ddl)mentre un lavoratore può non essere un dipendente (i soci sono equiparati ai lavoratori).
Dice poi che il rls è eletto dai lavoratori. Quindi da tutti i soggetti indicati all'art. 2, non soltanto i dipendenti.
Per cui se in un'azienda non ci sono DIPENDENTI, ma solo EQUIPARATI, parrebbe non applicabile l'art. 18 perchè non è presente alcun DIPENDENTE. L'azienda non apparterrebbe a nessuna delle 2 categorie sopra citate.
La considerazione discende anche dal fatto che il legislatore, di norma, utilizza i termini a ragion veduta, non a casaccio.
Spero di non aver aggiunto dubbi a perplessità.
Ciao
Stilo

 
 Respond to this message   

RLS e MC

March 26 2004, 1:25 PM 

Come avevo premesso nel mio primo intervento, sono dell'opinione che, al di là di ogni applicazione formale del testo normativo, i lavoratori hanno diritto ad avere un punto di riferimento in materia di sicurezza come può essere il RLS, ragione per cui anche nel caso di presenza di soli equiparati (caso tipico delle cooperative di servizi) ho sempre cercato di spingere il ddl (che comunque è anche lui un socio come gli altri, solo primus inter pares) a sollecitare l'esercizio di questo diritto. Anche perché (argomento pragmatico che esibisco in questi casi) il fatto che un RLS avvalori quanto contenuto nei vari documenti redatti in applicazione del D.Lgs. n. 626/1994 fa presa sui funzionari USL che ispezionano l'attività: in ultima analisi, questo assenso rappresenta il perfezionamento del contratto di sicurezza che viene a costituirsi tra ddl e lavoratori, come voluto dagli ideatori europei della politica della sicurezza sul lavoro: la sicurezza deve discendere dal confronto, anche aspro purché costruttivo, tra le due parti interessate.
Penso anche che il funzionario di cui sopra non si sognerà mai di eccepire l'elezione di un RLS che rappresenta esclusivamente "equiparati" o "addetti". La questione potrebbe essere sollevata, a mio parere, solo da un avvocato in vena di cavillare, a favore del proprio assistito, in un procedimento che non riesco al momento ad immaginare anche se, per esperienza personale, mi risulta che gli avvocati sono capaci di ardite architetture (mi viene in mente il film "Prima lo sposo e poi lo rovino").
Per quel che riguarda il ddl anche MC, mi sembra una posizione decisamente rigettabile per motivi sia ontologici, sia di Statuto dei lavoratori, sia formali: il D.Lgs. n. 626/1994 prevede che il ddl nomini il MC e per nominare qualcuno questo qualcuno deve essere diverso da se stesso. Inoltre, l'art. 10 offre la possibilità al ddl di assumersi un sacco di incombenze in materia di sicurezza, ma non quella della sorveglianza sanitaria. L'elenco di tali incombenze credo sia tassativo, e quindi non può essere ampliato se non modificando il testo normativo.
Tanti saluti a tutti

 
 Respond to this message   
Current Topic - RLS di una srl
  << Previous Topic | Next Topic >>Ritorna all'indice