<< Previous Topic | Next Topic >>Ritorna all'indice  

centrali termiche

August 4 2004 at 12:47 PM
nuovo 

scusate se faccio una domanda magari banale, ma sono nuovo del settore.
Vorrei sapere quando devono essere omologate e verificate le centrali termiche e da chi?
Vorrei inoltre saper quali obblighi ci sono per le caldaie murali a gas per uso abitazione
Potreste darmi anche i riferimenti normativi?
Scusate il disturbo e complimenti per il forum
Grazie

 
 Respond to this message   
AuthorReply
weareblind

Re: centrali termiche

August 4 2004, 1:11 PM 

Le centrali oltre le 30.000 kcal/h, se in presenza di valvole di sicurezza (per intenderci, diversi modelli di generatori pensili di aria calda non le hanno), devono essere omologate dall'ISPESL.
Poiché però non me ne sono mai occupato direttamente, faccio ammenda della poca precisione e riposto dopo aver sentito bene l'ISPESL di Como (ottimi funzionari), così reperisco precisi riferimenti normativi (nella domanda però "nuovo" non specifica l'alimentazione delle centrali; qual è?).

Per le caldaie a gas di casa si fa riferimento alla UNI-CIG 7129 per il metano, In particolare sono richiesti 6 cmq di apetura permanente per kW di potenza installata (minimo 100 cmq) se il foro di aerazione permanente è realizzato in basso, maggiorato del 50% se in alto.

Per il GPL vedi qua

http://www.network54.com/Forum/thread?forumid=86558&messageid=1076622673&lp=1076666007

weareblind
"murders in the rue morgue"

 
 Respond to this message   
VANNI

CENTRALI TERMICHE

August 30 2004, 12:31 PM 

Per gli impianti oltre i 35 kW (30000 kcal/h) la norma di riferimento è il DM 12/4/96 (ci vuole il progetto di un tecnico abilitato).

 
 Respond to this message   
isp Merlo - Catania

sicurezza centrali termiche

September 2 2004, 6:19 AM 

Le centrali termiche con P > 34,8 kW equivalenti a 30000 kCal/h sono soggette ad omologazione ISPESL previo esame progetto e visita dell'impianto; come detto il progetto deve essere presentato a cura di tecnico qualificato ed abilitato ingegnere o perito industriale (con limiti di specializzazione) e l'obbligo di denuncia dell'impianto incombe sull'installatore e/o terzo responsabile; ottenuta la omologazione l'impianto va verificato dalla ASL di competenza (che non sempre è quella della provincia) Servizio Impiantistico Antinfortunistico ogni 5 anni; inoltre se la potenzialità supera le 100.000 kCal/h l'impianto è soggetto a CPI attività 91 e le verifiche di sicurezza ASL sono subordinate al mantenimento della validità del CPI da parte del Comando provinciale VVF.
spero di essere stato esaudiente.

 
 Respond to this message   
 
  << Previous Topic | Next Topic >>Ritorna all'indice